fbpx

Personal Branding: ogni occasione è quella giusta

Condividi su:

“Mai come in questo momento è opportuno utilizzare al meglio il tempo che la fase di lockdown ci sta offrendo per ripensare alla nostra presenza sul mercato del lavoro, modificando o valorizzando la nostra identità professionale.”

Opportunità, minacce e possibili soluzioni. Quali sono le azioni di personal branding che si possono mettere in campo? Quello che il coronavirus ci sta regalando, è il tempo. Il tempo per riflettere sulle azioni che mettiamo in atto per far sapere al nostro pubblico che esistiamo e che possiamo aiutarlo.

È il momento giusto per rivedere il nostro piano di comunicazione. Come possiamo dare voce alla nostra attività?

Perché il personal branding è importante?

Il personal branding è fondamentale per essere unici e riconoscibili ed è essenziale per affermare la propria presenza sul mercato e per differenziarsi dai propri competitors.

È costituito da diversi elementi ed ognuno deve essere in relazione con tutti gli altri:

  • Logo, ossia naming e logotipo.
  • Immagine coordinata (biglietto da visita, carta intestata, buste, ecc…).
  • Gadget e materiali fieristici.
  • Sito web, banner digitali e set grafici per i social network.
  • Personalità, ovvero il modo in cui vengono presentati i prodotti e con quale tone of voice.

Creare una strategia di rebranding non è certamente un’operazione semplice: è necessario uno studio approfondito per ridurre al minimo il rischio di disorientamento da parte del pubblico. Tutto ciò non deve discostarsi da una strategia di marketing a 360° che comprende la pubblicità e la comunicazione e che, di conseguenza, si ripercuote anche sul web.

Infatti, affinché il rebranding risulti vincente, è necessaria una coerenza nella diffusione di tutti gli elementi comunicativi sia offline che online. I consumatori si aspettano infatti di ritrovare online quello che solitamente vedono offline.

Come posso riprogettare il mio personal branding?

Ecco qualche idea per cominciare, o ricominciare, al meglio:

  • Riprogetta il tuo biglietto da visita. Da quant’è che diffondi lo stesso biglietto? Probabilmente è arrivato il momento ideale per pensare a qualcosa di nuovo.
  • Crea un “libretto” dei tuoi servizi. Cerca di essere sintetico e di rispondere alla fatidica domanda: “qual è il vantaggio che gli altri possono ricevere dal mio servizio?”
  • Fai un restyling del tuo sito internet/blog. Proponi un design più accattivante, contenuti utili ed ottimizza il tutto secondo le regole SEO, ti troveranno più facilmente in questo modo.
  • Assicuriamoci che la firma della nostra e-mail rispecchi la nostra identità grafica. Stessa regola vale anche per il design delle fatture. Usa sempre colori e toni che ti appartengono.
  • Rivedi il piano editoriale dei tuoi canali social popolandoli sempre con contenuti autorevoli e di interesse per il tuo pubblico.
  • Organizza eventi online. Invita la tua rete ad un evento Web in cui parli di un argomento utile per il tuo interlocutore. Facebook o Instagram sono ottimi strumenti per farlo. Ma di piattaforme ne trovi molte altre, da WebEx a Skype fino ad arrivare a Meeting. A te la scelta!

Le strategie che puoi mettere in atto sono molte. Tuttavia, per prima cosa, devi riprogettare il tuo mindset professionale. Devi trovare e scegliere un argomento su cui vuoi specializzarti e con il quale vuoi valorizzare e sostenere il tuo personal branding.

Secondariamente devi scegliere il pubblico a cui rivolgerti. Avere un target preciso è fondamentale per comunicare con chi è disposto ad ascoltarti.

Creati un calendario editoriale per la pubblicazione dei contenuti: un corretto sviluppo del flusso di lavoro può determinare il successo del tuo progetto.

Perché scegliere LinkedIn per il personal branding?

LinkedIn è la piattaforma ideale per esprimere al meglio le competenze, mettendo in luce le tue qualità.

Ecco alcuni consigli per “riprogettarsi” e programmare il tuo futuro, lavorando sul personal branding attraverso LinkedIn: 

  • Crea o rivedi la tua pagina LinkedIn per esprimere al meglio le tue competenze.
  • Scrivi una recensione positiva e sincera per le persone di cui hai stima: molti si sentiranno in dovere di ricambiare.
  • Stai attento a cosa posti, cerca di far passare sempre la tua competenza principale.
  • Evita di entrare in discussioni pubbliche che non riguardano l’argomento per cui vuoi essere ricordato.
  • Cura la tua immagine anche adesso. Il fatto che ci colleghiamo da casa, non vuol dire che possiamo farlo sciatti e in pigiama. Scegli un look in linea con il tuo posizionamento, magari meno formale. Stai attento allo sfondo che appare alle tue spalle. Sì a libreria o pareti neutre, magari con una pianta o un quadro non troppo chiassoso: l’attenzione deve restare su di te.
  • Sii positivo. Realista, ma positivo. Sceglieresti mai un professionista che traspira negatività?

Il Personal Branding non si deve limitare solo alla parte scritta, ma dobbiamo metterci la faccia!

Condividi su:

7 risposte a “Personal Branding: ogni occasione è quella giusta”

  1. In those patients who are stable on alpha-blocker therapy, PDE5 inhibitors should be initiated at the lowest dose see DOSAGE AND ADMINISTRATION cialis without a prescription It s important to speak with a doctor to make sure an underlying medical condition, such as heart disease, is not causing your ED

  2. Always great doing business with USA Peptide purchase cialis online Notify your physician until the start of Cialis intake if a man has a curved penis or any other physical defects, coronary artery disease, angina pectoris, cardiac attack or cardiac failure, increased or decreased arterial blood pressure, gastric ulcers, diabetes, sickle-cell anemia, hepatic or kidney failure in the anamnesis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dal blog:

Data protection per l’healthcare

Sono aumentati del 42% gli attacchi informatici nel 2022, rispetto all’anno precedente. Nessuno può sentirsi completamente al sicuro o trattare con leggerezza il tema della protezione dei dati, soprattutto per le aziende che gestiscono dati sensibili come quelli inerenti alla salute delle persone.

Leggi Tutto »
Gli ultimi annunci di lavoro