fbpx

Off-White e New Guards Group, tra alta tecnologia e cloud management

Condividi su:

Cosa succede quando un grande gruppo del settore retail fashion decide di “energizzare” la propria infrastruttura tecnologica dandosi degli obbiettivi ambiziosi e sfidanti?

In genere gli IT Manager cominciano a preoccuparsi e a sudare, perché ci sono almeno due scenari possibili:

  • Vengono chiamati a trovare soluzioni rapide, a basso costo e che risolvano il problema “in qualche modo”
  • Gli si dice di trovare la soluzione migliore in assoluto rispetto ad un mercato che offre qualsiasi cosa

Tra questi due scenari questi ci sono migliaia di sfumature possibili, spesso ricchissime di incertezze e di falle. Anche nel budget.

Ma, se ti sembra una situazione paradossale, gli IT manager di qualsiasi azienda ti confermeranno che non lo è.

La situazione si fa ancora più complessa quando devi immaginare che l’infrastruttura di cui parliamo è quella relativa alla parte di networking.  Aggiungi a tutto questo che gli apparati e i dispositivi devono essere letteralmente esposti al pubblico che frequenta i punti vendita. Ecco perché diventa ancora più importante trovare una soluzione non solo ad alta efficienza e sicurezza, ma anche “bella” da accompagnare a location di eccellenza.

È il caso di Off-White e, uno dei marchi di punta di New Guards Group, dei suoi store. Stiamo parlando di uno dei più importanti gruppi legati al fashion di alto profilo con punti vendita in tutto il mondo.

Off-White ha fatto una scelta progettuale molto seria e molto chiara. L’obbiettivo era quello di strutturare la rete dei negozi, magazzini, uffici e outlet in modo tale che fossero rispettati standard di qualità, efficienza e controllo molto alti. Inoltre doveva essere garantita una gestione delle risorse e degli apparati in modo tale da permettere monitoraggio e capacità di intervento rapidissimi a costi contenuti.

Last but not least, come si suol dire, il layout delle location non doveva essere deturpato da apparati e cavi dall’appeal distonico rispetto al design e alla cura che ci si aspetta di trovare negli ambienti del gruppo. Se sei stato in uno dei loro negozi, sai di cosa parliamo. La soluzione si è presentata in modo del tutto naturale quando Alessandro Marinoni, Engineer Director di ITCore Group e il Management dell’IT di New Guards Group si sono incontrati.

Rete e apparati a gestione cloud based: Cisco Meraki

Partiamo da questo concetto apparentemente banale: Off-White e New Guards Group non hanno un solo negozio, un solo ufficio o un solo magazzino. Stiamo parlando di 11 sedi tra Milano, Triviano, Serravalle, Ibiza, Zurigo, Parigi, Londra e Bicester. Se e quando si verifica un problema di carattere tecnico sull’infrastruttura di rete come è pensabile gestire una criticità (piccola o grande che sia) in un sistema dove magazzino, ordini, acquisiti, gestione delle persone e degli store, degli approvvigionamenti e dei clienti passa per la rete?

Non ci sono stati dubbi, la soluzione poteva essere solo Cisco Meraki.

Meraki è la divisione di Cisco acquisita nel 2014 che produce sia gli apparati (access point, switch, firewall. telecamere di sorveglianza, ecc.) sia la soluzione di gestione cloud based. Una sola console accessibile via web è in grado di vedere, monitorare e gestire ogni singolo elemento che faccia parte della rete dell’azienda.

Sarebbe sufficiente definire tutto questo un sistema di smart network management, ma, probabilmente non renderebbe l’idea.

Un’azienda come New Guards Group ha aspettative e standard elevati sotto moltissimi punti di vista, inclusi quelli tecnologici. Ecco perché occorreva una soluzione enterprise in grado di risolvere anche i problemi di appliance diversi tramite un unico accesso. Solo per citare i più ovvi:

  • Content filtering
  • VPN automatica
  • Prevenzione delle intrusioni
  • Caching dei contenuti web
  • Ottimizzazione e gestione delle prestazioni della banda

Inoltre, per una struttura diffusa come quella di Off-White diventava importante controllare e gestire il traffico web delle filiali in modo granulare con la possibilità di configurare e monitorare migliaia di porte di switch da una o più postazioni remote, senza la necessità di ripetuti interventi on-site da parte dell’IT dell’azienda.

E le persone con i loro dispositivi?

Chiaramente non poteva essere trascurata la tutela e la sicurezza degli operatori che, a centinaia, accedono alla rete tramite smartphone e tablet aziendali, sia Android che iOS. Grazie al sistema di policy applicabile a livello di singola rete wireless  previsto nella soluzione Cisco Meraki, l’azienda ha una gestione centralizzata degli ambienti mobile distribuiti su sedi diverse. Il che significa:

  • Policy di sicurezza
  • Criteri di navigazione
  • Monitoraggio dei comportamenti anomali dei dispositivi

Progettazione, implementazione e configurazione: i negozi Off-White operativi al 100%

Quando c’è un’apertura non esistono compromessi. C’è una data di scadenza, un giorno e un’ora che non possono essere spostati. Questo è il bello di certe sfide.

Con Off-White è stato così, ma in un clima di straordinaria collaborazione, competenza e vivacità operativa rare da trovare. Il team tecnico di ITCore Group si è occupato della progettazione delle soluzioni di concerto con l’IT Infrastructure and Support Manager di New Guards Group, Andrea Morasso.

Una volta riconosciute le criticità e trovata una soluzione per superarle (alcune strutture si trovano in edifici storici oppure in magazzini molto grandi) l’implementazione vera e propria è stata una maratona di gruppo. L’ultimo miglio della quale è stato la configurazione di tutti i sistemi (quanti esattamente?) e l’interfacciamento con il datacenter centrale.

Per mantenere la connessione con la metafora sportiva, non si può correre una 42 Km se non si hanno fiato e gambe, ma tutti i team sono arrivati al traguardo avendo fatto un lavoro straordinario di cui oggi i clienti di Off-White stanno beneficiando, pur non sapendone nulla.

Ed è proprio questo il bello.

Condividi su:

7 risposte a “Off-White e New Guards Group, tra alta tecnologia e cloud management”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dal blog:

Data protection per l’healthcare

Sono aumentati del 42% gli attacchi informatici nel 2022, rispetto all’anno precedente. Nessuno può sentirsi completamente al sicuro o trattare con leggerezza il tema della protezione dei dati, soprattutto per le aziende che gestiscono dati sensibili come quelli inerenti alla salute delle persone.

Leggi Tutto »
Gli ultimi annunci di lavoro