fbpx

New Normal: la novità che già viviamo

Condividi su:

In quello che è stato denominato “l’anno peggiore del 21° secolo”, il mondo sta affrontando una situazione senza precedenti, che sta determinando una New Normal.

La maggior parte degli ambienti istituzionali, sono stati destabilizzati dalla pandemia da Covid-19. Un virus che ha sconvolto economie, sanità e sistemi educativi. Ma non solo. La pandemia ha stravolto abitudini di vita e di lavoro dell’intera popolazione.

Covid-19 ci ha obbligato a rivedere comportamenti e abitudini, introducendo un nuovo concetto. Quello del distanziamento sociale. Improvvisamente, ci siamo trovati ad evitare luoghi affollati ed a mantenere una distanza di almeno un metro gli uni dagli altri.

Il ritorno alla normalità dopo la pandemia non sarà immediato. Molte abitudini consolidate nel periodo del lockdown hanno evidenziato un confine tra “old normal” e “new normal”.

New normal e nuove abitudini del lockdown.

La tecnologia non è un’opzione

La New Normal non può che essere associata alla parola “tecnologia”. Di fatto, la tecnologia è sempre stata un fattore abilitatore per aumentare produttività e competitività.

Ma non solo. La pandemia da Covid-19 ha trasformato la tecnologia in un prerequisito, un fattore essenziale. Se non la usi, non solo rimani indietro, ma non avrai più la possibilità di accedere al business.

Intelligenza Artificiale ed Internet of Things sono diventate strumenti ed alleati preziosi per dare vita a una nuova normalità. Normalità alla quale individui, città ed imprese non erano ancora pronti.

Ora, quello che serve è un progetto integrato che parte dalla tecnologia, passa dalle persone e arriva ai nuovi modelli di business. Modelli basati sul digitale, finora poco diffusi ma che adesso hanno l’occasione di trovare spazio.

Nuovi mindset e resilienza alla base del New Normal

Aziende ed organizzazioni devono rivedere il loro modo di operare, diventando più resilienti e fondandosi su di un nuovo mindset. Ma, se le organizzazioni devono essere resilienti, anche le persone lo dovranno essere.

Molte aziende hanno stravolto i processi lavorativi facendo ricorso al digitale. Si sono così accorte che queste modalità, dal collaudo alla manutenzione a distanza, potranno essere mantenute anche in futuro.

New normal e nuovi processi lavorativi.

Con la New Normal, lo smartworking è possibile anche nelle fabbriche. Ci sono infatti mansione che possono essere condotte anche a distanza, come per esempio il monitoraggio della linea produttiva. Non è più solo una risposta all’emergenza, ma serve a dare più efficienza ed aumentare la produttività.

È questa la nuova normalità. Già in atto.

I servizi erogati da remoto, nei prossimi quattro anni, cresceranno del 100-150%.

La formazione sarà un dovere del lavoratore. Le competenze dovranno essere sempre in divenire e non più cristallizzate. Ruoli dinamici per adattarsi ad un contesto sempre più in evoluzione. Vecchie competenze in soffitta, nuove competenze diventano necessarie.

Ma come verranno acquisite? Cambierà, ed in parte è già cambiata, anche la formazione. Sempre più orientata sull’on-line. Inoltre, saranno le persone stesse a scegliere le competenze che più gli serviranno.

Ecco perché l’approccio del New Normal, dovrà passare attraverso l’ascolto delle persone. Persone che, inevitabilmente, avranno un nuovo collega. La tecnologia. Saranno proprio le persone il vero agente del cambiamento, perché saranno loro a decidere come utilizzare la tecnologia, ridefinendo anche i rapporti sociali.

Cosa aspettarsi per il futuro?

Sarà dunque questa la New Normal? O stiamo solo attraversando un continuo processo in attesa di una “prossima normalità”?

È dalla stessa crisi che può nascere un’opportunità davvero unica, generando prodotti e servizi sempre più avanzati, segnando un passaggio verso una società più efficiente.

La vera sfida sarà cercare di modellare la “New Normal” in maniera adeguata ad uno stile di vita migliore, cercando di tutelare i diritti delle persone. Senza dimenticarsi della sostenibilità ambientale.

Gli esperti di ITCore Group stanno rispondendo tempestivamente alle sfide che i nostri clienti si ritrovano ad affrontare, per garantire continuità e supportare la ripresa e l’evoluzione. Sei pronto a questo cambiamento, già in atto?

Condividi su:

7 risposte a “New Normal: la novità che già viviamo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dal blog:

Data protection per l’healthcare

Sono aumentati del 42% gli attacchi informatici nel 2022, rispetto all’anno precedente. Nessuno può sentirsi completamente al sicuro o trattare con leggerezza il tema della protezione dei dati, soprattutto per le aziende che gestiscono dati sensibili come quelli inerenti alla salute delle persone.

Leggi Tutto »
Gli ultimi annunci di lavoro