fbpx

La sicurezza informatica “sincronizzata” spiegata da Walter Narisoni, Sophos Italia

Condividi su:

L’abitudine vuole che la scelta dei prodotti IT (e non solo) ai quali si affida un’azienda, si basi sul tradizionale “miglior rapporto qualità/prezzo”; nell’ambito della sicurezza l’esperienza, in realtà, dimostra che una scelta basata sulla continuità sia più efficace sul lungo periodo, sotto molti punti di vista. In primis, controllo ed efficienza.

Sicurezza è il tema centrale degli eventi gratuiti programmati per il 29 ottobre a Saronno (VA) e il 31 ottobre a Torino, insieme a Walter Narisoni, Sales Engineer Manager e speaker di Sophos in Italia.

Nelle prossime righe abbiamo voluto anticipare un paio di temi assieme a Walter.

Il più grande e diffuso errore di sicurezza delle aziende di ogni dimensione

Quali sono i grandi errori che le aziende commettono nel progettare la sicurezza informatica della propria infrastruttura?

L’errore principale consiste nel considerare le varie componenti dell’infrastruttura IT aziendale come elementi a sé stanti, implementando soluzioni di sicurezza non integrate e dunque non in grado di comunicare tra loro, rendendo la gestione dell’IT security estremamente complessa, costosa e time spending.

È invece fondamentale affrontare le nuove sfide della sicurezza con un approccio univoco, che offra ai responsabili di tali aspetti strumenti facili da implementare, flessibili e che possano essere gestiti anche in contesti con risorse limitate.

Un altro aspetto da non sottovalutare è il fattore umano: per quanto un’infrastruttura di sicurezza sia avanzata ed efficiente, è necessario fornire agli utenti la formazione necessaria a riconoscere (e fermare) le nuove minacce.

Il concetto di sicurezza è chiaro ai più, ma “sincronizzata”?

La Synchronized Security (sicurezza sincronizzata, appunto) è un modello che abbiamo lanciato tre anni fa e che punta sull’intelligenza artificiale per ottimizzare la sicurezza informatica, sincronizzando gli eventi, per prevenire e bloccare le minacce più pericolose.

Il sistema Sophos si basa su una console unica e intelligente, che consente di gestire tutti i device per poter essere più efficace nella protezione dalle minacce più avanzate. Il livello di integrazione tra le diverse soluzioni, storicamente indirizzate agli endpoint e all’infrastruttura di rete, è sempre più elevato, come conferma una delle ultime funzionalità introdotte, la “lateral movement protection”, che non solo isola il sistema compromesso dall’accesso alle risorse di rete ma “chiede aiuto” agli endpoint non compromessi presenti in rete per sincronizzare le difese. Tutti gli endpoint sani si attivano per isolare qualsiasi sistema compromesso, impedendo in tal modo a un eventuale malware di diffondersi, ossia spostarsi “lateralmente”, anche sullo stesso dominio o segmento di rete.

Ecco perché il futuro della tua rete, dipende dalle scelte che fai oggi. Sembra uno slogan, ma non lo è.
Il modello di progettazione a cui facciamo riferimento per le infrastrutture di nuova generazione, abbraccia le esigenze di ogni tipo di azienda: qualunque sia il settore e la complessità.

Tre buoni motivi per esserci

L’appuntamento con Walter Narisoni è per il 29 e 31 ottobre, un’occasione importante per vedere all’opera queste soluzioni e parlare direttamente con gli esperti di IT Security di Sophos.

Ma, siccome tutti abbiamo poco tempo e tante cose per la testa, eccoti una sintesi dei tre buoni motivi per non perderti questo appuntamento (gratuito).

  1. Aumentare la tua conoscenza dei problemi e delle soluzioni sulla sicurezza informatica: l’esperienza consolidata di Sophos è frutto di una costante attività di ricerca e sviluppo, che porta consente di anticipare e rispondere tempestivamente agli attacchi più avanzati. Assorbire un po’ di questa esperienza ti sarà di indiscutibile vantaggio competitivo, anche all’interno della tua azienda.
  2. Incontrare un player con una conoscenza approfondita del mercato della sicurezza informatica, in grado di fornire una consulenza completa sulle nuove sfide della cyber security.
    Secondo Gartner, Sophos è un’azienda tra le più anticipatarie e all’avanguardia nella ricerca e progettazione delle soluzioni di sicurezza. Sono quelle competenze che puoi portare in azienda e trasferire al tuo team per diventare come un vero campione di scacchi: sempre cinque mosse avanti rispetto alle minacce. E anche questo non è uno slogan, ma una promessa.
  3. Scoprire il futuro dell’IT Security attraverso le tecnologie più evolute: intelligenza artificiale, Machine Learning e Deep Learning consentono di ottenere una maggiore precisione di rilevamento e una migliore scalabilità del panorama delle minacce in evoluzione. Ciò produce migliori tassi di rilevamento e minori falsi positivi.

La partecipazione è gratuita, ma ti ricordiamo che i posti sono limitatissimi ed è fondamentale prenotare!

Condividi su:
Dal blog:

Data protection per l’healthcare

Sono aumentati del 42% gli attacchi informatici nel 2022, rispetto all’anno precedente. Nessuno può sentirsi completamente al sicuro o trattare con leggerezza il tema della protezione dei dati, soprattutto per le aziende che gestiscono dati sensibili come quelli inerenti alla salute delle persone.

Leggi Tutto »
Gli ultimi annunci di lavoro