fbpx

Investire in progetti di Welfare Aziendale

Condividi su:

Abbiamo voluto associare il Welfare Aziendale ad uno dei proverbi cinesi più comuni e significativi; per renderne immediata la comprensione e per trasmettere la giusta motivazione.

Benessere dell’azienda e dei dipendenti

Il termine Welfare si riferisce ad uno stato di benessere. Nasce in Gran Bretagna alla fine della Prima Guerra Mondiale, in un momento in cui il Paese inizia a prendersi cura di cittadini bisognosi, disagiati, stremati e devastati dalla lotta.

In tempi moderni, il Welfare Aziendale rappresenta un insieme di benefit e prestazioni riconosciuti dal datore di lavoro ai lavoratori dipendenti, un supporto concreto per una vita lavorativa e privata migliore.

Investire in progetti di Welfare Aziendale

Sfruttando l’onda della Digitalizzazione intendiamo evidenziare quando sia importante avere nella propria azienda dipendenti soddisfatti, stimolati sul lavoro e a proprio agio con i colleghi. Obiettivo è di creare un “circolo virtuoso”: ogni società composta da dipendenti felici, cresce e prospera nel proprio business.

Quando parliamo di Welfare Aziendale facciamo riferimento ad aziende multinazionali ma anche PMI perché ovunque è fondamentale che il legame di fiducia azienda-lavoratore sia ben saldo, diventando una modalità essenziale per l’azienda per raggiungere determinati obiettivi di produttività, competitività e sostenibilità.

Ricordi la motivazione fulcro del Welfare Aziendale che volevamo trasmetterti all’inizio di questo approfondimento? Eccola in questo proverbio:

PROVERBIO CINESE
Se vuoi un anno di prosperità,
fai crescere il grano.
Se vuoi dieci anni di prosperità,
fai crescere gli alberi.
Se vuoi cento anni di prosperità,
fai crescere le persone.

Gli specialisti di Coresultant sono a tua disposizione per qualsiasi chiarimento. Scrivi una e-mail a info@coresultant.com

 

Condividi su:
Dal blog:

Data protection per l’healthcare

Sono aumentati del 42% gli attacchi informatici nel 2022, rispetto all’anno precedente. Nessuno può sentirsi completamente al sicuro o trattare con leggerezza il tema della protezione dei dati, soprattutto per le aziende che gestiscono dati sensibili come quelli inerenti alla salute delle persone.

Leggi Tutto »
Gli ultimi annunci di lavoro