fbpx

Come si fa Smart Working?

Condividi su:

Come si fa Smart Working?

E’ possibile lavorare in Smart Working con la stessa efficienza che abbiamo quando lavoriamo alla nostra scrivania in ufficio?

Non solo è possibile, ma le statistiche ci dicono che uno Smart Working ben fatto migliora la produttività e riduce lo stress lavorativo.

Se riesci a vedere nello Smart Working l’opportunità per modernizzare la tua azienda e cambiarne i processi in modo da renderli più dinamici, ti sarà più facile affrontare questo momento e trarne un vantaggio per il futuro. Non devi per forza rinunciare alla tua produttività, se sei disposto a cambiare l’approccio al lavoro.

Un cambio di prospettiva

L’assenza fisica del dipendente dal luogo di lavoro può disorientare. In molti possono essere spinti a chiedersi : “starà davvero lavorando”? Questa domanda è malposta e ti spieghiamo perché.

Anzitutto Smart Working, non significa solo “lavorare da casa” come potresti pensare. Certo, i tuoi dipendenti non saranno in ufficio, ma c’è molto di più. Lo Smart Working infatti, punta ad una gestione diversa, più responsabile del tempo lavorativo sia da parte del dipendente che da parte del datore di lavoro.

Quelle che fino a ieri erano le scadenze, misurate magari quotidianamente in sala riunioni, oggi diventano “obiettivi” di respiro più ampio. Lo Smart Working infatti ti spingerà a riorganizzare le attività in progetti, e spingerà i tuoi dipendenti a diventarne responsabili. Quindi, non puoi pensare di valutare il rendimento di un dipendente con lo stesso metro di misura che usavi quando era in ufficio.

La riorganizzazione del lavoro in obiettivi segue proprio questo principio. Non parliamo più di attività misurate sulle ore, ma di obiettivi misurabili sul lavoro di giorni, o settimane, sulla base ovviamente della tipologia di lavoro.

Una gestione basata sulla Comunicazione

La chiarezza nel definire questi obiettivi e comunicarli ai tuoi dipendenti è la chiave per avere successo con questa nuova forma di lavoro. Quindi si allarga anche la dimensione dei contatti tra i dipendenti. Nello Smart Working il lavoro di squadra gioca un ruolo fondamentale. I tuoi dipendenti, insieme alla gestione del proprio tempo dovranno avere anche la libertà di comunicare rapidamente tra loro, organizzare il lavoro all’interno dei propri team, e di coordinarsi in modo indipendente.

In questo i responsabili dei vari reparti sono i tuoi migliori alleati. Saranno infatti loro a doverti affiancare nell’individuare le persone chiave di questa operazione. Dipendenti che abbiano la capacità di organizzare il prorpio tempo con efficienza, di vedere le connessioni all’interno dei processi e di prendere in mano la situazione per portare a casa il risultato.

ITCore è al tuo fianco

Riuscire a fare questo passo nella maniera corretta ti aiuterà a superare questo momento e ad affrontare il futuro con un nuovo approccio. La tua azienda si trasformerà in un qualcosa di più moderno, dinamico… Smart. Una realtà che sarà in grado di affrontare le sfide del domani grazie ad un innovazione, per una volta non solo tecnologica, ma di pensiero.

In questo momento di grande rinnovamento, non sei solo. Siamo pronti a supportarti con i nostri consigli su come agevolare l’adozione dello Smart Working nella tua azienda nel migliore dei modi.

In questa pagina, troverai tutte le nostre proposte per affiancarti nel tuo passaggio alla filosofia dello Smart Working.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dal blog:

Data protection per l’healthcare

Sono aumentati del 42% gli attacchi informatici nel 2022, rispetto all’anno precedente. Nessuno può sentirsi completamente al sicuro o trattare con leggerezza il tema della protezione dei dati, soprattutto per le aziende che gestiscono dati sensibili come quelli inerenti alla salute delle persone.

Leggi Tutto »
Gli ultimi annunci di lavoro